Erice

Erice 

 

ERICE

COME RAGGIUNGERE:

 

AUTO: Via G.B. Fardella, sempre dritto direzione Via Manzoni, ultima traversa a sinistra: imboccare la strada che costeggia la funivia sulla sinistra.

 

AUTOBUS + FUNIVIA: Autoservizi ATM, linea 23 fermata Funivia. Linea 21 al ritorno. 

 

COSA VEDERE:

 

CHIESA MATRICE: Uno dei simboli per eccellenza del borgo medievale, si trova in prossimità dell’accesso principale al paesino costituito da Porta Trapani.Venne edificata nel Trecento, ma successivamente vi si aggiunsero le bifore dell’imponente campanile e un maestoso pronao a sovrastare il portale gotico.

GIARDINI DEL BALIO: Indescrivibile la vista che questo magico luogo, oltre il quale secoli e secoli addietro si estendeva l’antica Acropoli, offre allo sguardo di chi vi si concede. Ritagliatevi delle pause durante la vostra visita al borgo per lasciarvi sconvolgere dalle meravigliose sfumature che il panorama assume nei differenti momenti della giornata. Solo pochi passi tra il gioco intricato di aiuole vi condurranno al

CASTELLO DI VENERE dalle inconfondibili mura merlate. Dalle balconate dei giardini potrete lasciare che il vostro respiro si fermi per lo stupore dinanzi alla vista della

TORRETTA PEPOLI, la cui costruzione, letteralmente in equilibrio sulla rupe dell’Acropoli, sembra sfidare qualsiasi legge fisica…

 

COSA GUSTARE:

GENOVESI: Non potrete lasciare Erice senza aver assaporato questi deliziosi dolci di friabile pasta ripiena di crema pasticcera, tipici del borgo: solo qui potrete gustare quegli autentici, risultato di una produzione eseguita nell’assoluto rispetto di una tradizione monastica secolare.

Provateli presso la Pasticceria San Carlo, oppure al Caffè Maria con un bicchierino di ottimo Passito di Pantelleria, l’abbinamento perfetto… Acquolina in bocca?